Autore: Giulio Fenelli

Matteo

Paolo mi schiaffeggia la faccia col suo grosso cazzo nero. Sugli zigomi. Sulle guance. Sulle labbra. Colpisce i denti. Si insinua nella mia gola comeContinua a Leggere

Non salvatemi

16/6/2018 AIUTO Mi chiamo Matthew Gordon, sono nato a Philadelphia il 9 luglio del 1984. Sono naufragato su quest’isola deserta due giorni fa. Durante laContinua a Leggere

Accanna ci

Me svejo co na bestemmia che m’attraversa tutto il corpo. C’ho dolore un po’ ovunque. Giro l’occhi e riconosco ‘r ponte de fero. Ma cheContinua a Leggere

Annachiara Vivi_Giulio Fenelli

Atlantide

C’erano lingue di sabbia che affioravano sopra e intorno al fiume. A volte cedevano alla pressione dell’acqua, mentre altre si sollevavano quel che poco cheContinua a Leggere

Narrandom_Sara Valente_ Giulio Fenelli_ Blog di racconti

Giorni neri

“Signore, per favore, si può togliere quella cosa dagli occhi?” “Dipende, che ore sono?” “Le 19 e 20.” “Allora no, mi dispiace.” “Signore, non riescoContinua a Leggere

Il colore che sono

Nel 1859, Jean Couleur comincia a frequentare il Café Guerbois, luogo di ritrovo dei pittori più celebri di Parigi: Manet, Monet, Pissarro. Si siede alleContinua a Leggere

Cadevano le pietre

Anno 2— Roma,   Scrivo qui le ultime parole dell’umanità. Mi chiamo Romolo e sono l’ultimo uomo sulla terra, o almeno credo. Non vedo piùContinua a Leggere