Promemoria

«Alexa, promemoria: devo suicidarmi alle diciannove.» «Ok. Te lo ricorderò alle diciannove.» Perfetto, Alexa è sistemata. Ora apro il cellulare e imposto l’assistente di Google.Continua a Leggere

Schiavitù

Mi sa che il termostato era rotto perché là dentro si soffocava. Quelli che stavano seduti in cerchio c’avevano le facce che sembravano le maschereContinua a Leggere

In the basement

Cosa Jonathan andasse a fare in cantina, tutte le sere, era per Bessie un enigma. Aveva cercato di indagare, senza mostrare troppo interesse, ovviamente, maContinua a Leggere

Vittoria

“Salve, parlo con la signora Paola De Benedetti?” “Chi la desidera?” “La chiamo dal servizio di sorveglianza del supermercato del Centro Commerciale “Le Onde” diContinua a Leggere

Lonesome Town

Ho fatto di tutto per sbagliare strada, ma alla fine ci arrivo, al Rosie’s. È uno di quei posti che trovi per forza. Anche unContinua a Leggere

Dolore cosmico

Un denso fluido d’energia attraversa gli squarci sulla superficie del Sole, attratto da una forza ordinatrice che anela immobilità e pesantezza. Nelle profondità magmatiche gliContinua a Leggere

Topi

È trent’anni che lavoro qui. Trent’anni e mai una volta che mi sia presentato in ufficio con la camicia stropicciata o senza la cravatta. ÈContinua a Leggere